So che questo è un sito che è di interior design, ma voglio condividere con voi un avvenimento importante così mi conoscerete un po’ di più…

Oggi 26 luglio è il mio compleanno! Da quando sono piccola il mio compleanno è sempre stato un evento tanto atteso da me e anche dalla mia famiglia… essendo la piccola di casa abbiamo sempre fatto tante feste con parenti, amici… quest’anno, vista la distanza che ci separa, i festeggiamenti verranno divisi: oggi festeggerò con la mia famiglia su al nord, il mio grande amore Alberto, la mia sorellina Silvia con Enrico, e non può mancare la mia cagnolina Terrina, e tra qualche giorno festeggeremo con i miei genitori Nicoletta e Luca e mia sorella Monica con i bimbi, Chiara e Ale! Poi incontrerò i miei amici e festeggerò con loro!

Io da piccola…sembro una piccola indiana tanto che da piccola pensavo di essere stata adottata!

Quest’anno sono 30! Gli anni passano anche per me… quando mi dicevano che superati i 18 il tempo sarebbe volato non volevo crederci, ed invece è stato così! Subito dopo il diploma ho preso la mia valigia per iniziare l’università, conoscere tante persone, rafforzare il rapporto unico con mia sorella Silvia, la mia roccia, e mio cognato Enrico, il fratello che non ho mai avuto, conoscere te Alberto, far crescere un amore giorno dopo giorno, prendere con noi la piccola Terrina, laurearmi, anzi laurearci, diventare zia per ben 2 volte, conseguire un Master di Interior Design, la mia grande sfida, traslocare, viaggiare, vivere insieme..insomma sono stati anni intensi, ma bellissimi!

I 30 sono un bel traguardo e posso dire di essere felice…felice perché ho una famiglia che mi ama, si perché tu Albi sei la famiglia che ho scelto, mi ami tutti i giorni, ridi sempre con me, sì noi ridiamo tanto e dopo più di 10 anni che stiamo insieme non è scontato, mi sopporti e mi supporti cercando di aiutarmi a prendere le decisioni migliori per me, per noi… Poi per descrivere quello che ha fatto e continua a fare la mia famiglia d’origine non ci sono parole..siete i miei pilastri! E’ vero…mi vedete sempre come la bambina che si vergognava ad andare a comprare il pane sotto casa, ma ormai non lo sono più da parecchi anni! Viaggio da sola ormai da un po’ di tempo, vivo per conto mio da quando avevo 19 anni… Certo alcuni lati del mio carattere sono sempre gli stessi, ma altri sono cambiati radicalmente!

La domanda che voglio pormi è: Cosa mi posso augurare??

Bene..da dove comincio?

Mi auguro di ridere sempre alla vita, malgrado le difficoltà e le prove che dovrò affrontare voglio RIDERE, voglio SOGNARE perché è la cosa più bella del mondo, voglio apprezzare i piccoli gesti e non dare per scontato le cose, e voglio ESSERE FELICE COME LO SONO ORA  e anche se mi spunteranno delle rughe saranno solo dei segni che mi ricorderanno che per arrivare a quel punto avrò fatto parecchia strada, avrò affrontato sfide e spero di averle vinte…si perché alla fine dei conti sono sempre una Leonessa che combatte per quello che in cui crede…sempre!!  

Tanti auguri a me!!

E ora festeggiamo!!!!

Sara

Tanti Auguri Donne!

Oggi nn voglio parlare di design, ispirazioni, progetti perché voglio utilizzare il mio sito per uno scopo ben preciso: fare gli auguri alle donne della mia vita e ringraziarle di farne parte!

In primis voglio farli alla mia mamma Nicoletta, una donna all’apparenza minuta, ma con un carattere forte, bionda, bella perchè per me la mia mamma è la donna più bella del mondo, dolce, ma allo stesso tempo diretta, a volte anche un po’ troppo però se non fosse così non sarebbe lei! Auguri e grazie perchè mi hai dato la vita e continui ad esserci sempre!Sei un pilastro della mia vita, un esempio per me!

Un’altra donna che amo follemente è la mia Nonnina, Nonna Nonna! Sei la donna più dolce e buona che conosco, con i tuoi sorrisi trasmetti sempre tanta gioia e tranquillità! Anche se siamo distanti fisicamente, siamo sempre vicine con il cuore, perché tu sei una parte importante di esso! Ogni volta che vengo a trovarti spero sempre che non sia l’ultima, so che sei anziana, ma per me sei sempre la nonnina che mi cantava le canzoni mentre aspettavamo il ritorno di mamma e papà alla finestra. Auguri nonnina! Un pensiero va anche all’altra Nonna, il tuo spirito è sempre con me!

La mia famiglia è composta da tante donne: zie, cugine ma soprattutto da due fantastiche sorelle, Silvia e Monica, donne estremamente diverse tra di loro, ma donne con la D maiuscola che affrontano giornalmente difficoltà grandi e piccole, una donna in carriera che ha lavorato tanto per ottenere tutto quello che ha, l’altra mamma lavoratrice di due bambini che adoro! Siamo sorelle, amiche, complici!Chi ha una sorella può capire quello che dico e provo.. Auguri tesori miei…ma tanti auguri anche a te, Chiara, piccola donna di 9 anni, la mia nipotina che cresce troppo velocemente, ti auguro di non bruciare le tappe, di non perdere tempo e di ascoltare solo chi ti vuole bene..

Un augurio sincero lo voglio fare a te Manuela, suocera presente, attenta, donna che ha dato tutta se stessa per il figlio senza fargli mai mancare niente, donna che ormai vizia anche me e che mi fa sentire a casa! Grazie!

Tanti auguri alle mie amiche, quelle di una vita e quelle conosciute all’università, ma anche a quelle che verranno! So di poter sempre contare su di voi e voi su di me perché siamo noi siamo amiche vere! Siamo quelle che quando facciamo un errore non attaccano l’altra, ma l’aiutano a capire e a ripararlo, siamo quelle che appena c’è una notizia la condividiamo, facciamo festa, ma siamo anche la spalla sulla quale piangere quando ne abbiamo bisogno!AUGURI AMICHE MIE!

La lista sarebbe ancora lunga, ma voglio concludere così: auguro a tutte le donne di vivere, di non accontentarsi, di avere il coraggio di essere sempre voi stesse, di credere nelle nostre possibilità, di perseguire i propri obiettivi professionali, privati, non importa quali, l’importante è che vi facciano essere felici!

Lo auguro a voi, ma lo auguro anche a me stessa!

Credere sempre in noi stesse! questa è la frase del giorno!

Sara

Qualche idea per rendere unica la nostra testata del letto!

Ciao a tutti! Oggi ho deciso di scrivere, ma soprattutto di mostrarvi tante immagini riguardanti la personalizzazione della vostra testata del letto! Vivendo in un’era dove si può comprare veramente di tutto su internet a prezzi scontati l’impresa ci sembra facile, ma non è sempre così.

La regola che non possiamo non mettere in atto è che ci deve rappresentare e che tutto deve essere in equilibrio, deve essere bello e funzionale e ricordiamoci sempre che è meglio non strafare perché poi ci stanchiamo dopo poco tempo.

Tutti sappiamo che se condividiamo la stanza con qualcuno non possiamo mettere in pratica tutte le nostre idee e se ci piace qualcosa di troppo costoso e non possiamo o non vogliamo spendere quella cifra dobbiamo cercare un piano B! Questo non significa che sarà meno bello, ma semplicemente che rappresenterà noi e l’altra persona…

La testata del letto è l’elemento fondamentale della stanza in quanto detta lo stile di questa ed è il suo centro. Per questo motivo è importante dare il proprio stile per renderla personale perchè il letto è il luogo dove trascorriamo buona parte della nostra vita.

Ci sono vari tipi di testate, ma quelle che preferisco sono quelle dove traspare il nostro vissuto… Cartoline… quadri… carta da parati… specchi…libri… luci… rendono la nostra testata del letto personale e unica.

Come avrete capito amo viaggiare quindi la mia casa è piena di oggetti e foto che ricordano i luoghi dove sono stata e anche la testata del letto non fa eccezione! Ho deciso di aggiungere ad esse un gioco di luci grazie alle lampade per rompere un po’ la monotonia.

 Amo il colore, ma non adoro i luoghi con mille tonalità diverse.. mi piace giocare con motivi geometrici che vengono poi ripresi dal copriletto o da altri elementi presenti nella stanza come le tende o i cuscini sul letto o della sedia.

A causa della mancanza di spazio nelle case capita che la testata venga usata anche come contenitore, a mio parere un’ottima idea!

Un modo meno usato nelle case è quello di creare pareti materiche, esempio in cemento oppure legno o con i mattoni a vista, un metodo usato per rendere gli ambienti caldi e ricercati.

Quello che posso consigliare è di divertirvi mentre decidete come personalizzare la vostra parete dietro il letto: se il colore dopo un po’ vi stufa si può sempre cambiare, idem i quadri, i moduli… insomma come noi cambiamo negli anni è giusto che cambino anche gli ambienti che “viviamo”!

Buon divertimento!

Non esitare a scrivermi una mail o a commentarmi, sarò felice di risponderti! lacouverturerose@gmail.com

Alla prossima!

Sara

Brindiamo ad un nuovo inizio!

Ricomincio da qui.. è proprio il titolo adatto! Non scrivo sul mio sito da diversi mesi… è da un po’di tempo che ci penso e ho deciso di riprendere da dove avevo lasciato… avevo scritto che avrei fatto un viaggio per raggiungere il mio compagno a Miami per passare insieme le vacanze natalizie negli States… tornati avrei voluto raccontarlo, le idee erano tante, forse troppe, ma non è mai troppo tardi per farlo, quindi lo farò ora!

In quest’anno ho viaggiato parecchio, come dice la mia mamma “sei la ragazza con il trolley sempre pronto!” e probabilmente ha ragione! Io che non amo i cambiamenti, ma che ho imparato ad apprezzarli perché solo facendo così posso vivere ogni minimo momento passato con le persone alle quali tengo veramente!

Descrivere il mio viaggio a parole è un po’ complicato… penso che niente più delle foto possa far viaggiare con il pensiero chi leggerà questo articolo, le sensazioni provate e la bellezza di passare il Natale in riva al mare non si può descrivere…sì, in riva al mare, mentre guardi il tramonto e bevi un mojito! Adoro l’estate e passare il Natale al caldo non ha prezzo! Fosse per me lo farei tutto l’anno, ma probabilmente vivo nel posto sbagliato! 🙂

Sono arrivata a Miami due giorni prima di Natale e devo ammettere che il jet lag mi ha fatto compagnia per le prime 36 ore, ma essendo in un posto nuovo visto solo in tv nei documentari e in qualche serie tv non mi è pesato più di tanto. La prima cosa che ho visto dopo parecchie ore di aereo è stato questo… finalmente non più solo mare, ma terra!

1.2-arrivo-miami-.jpg

Il nostro hotel era a Miami Beach quindi i primi giorni l’abbiamo visitata, abbiamo apprezzato il mare, un po’ meno i gabbiani dispettosi, la favolosa passeggiata piena di persone che facevano sport, i negozi aperti anche il giorno di Natale dove potevi acquistare una marea di oggetti particolari, i ristoranti sudamericani dove poter mangiare il giorno di Natale sulla Lincoln Road, i finti ristoranti italiani che mettono l’aglio ovunque come se ci trovassimo in Francia, i tassisti Uber che non capivano l’inglese a Miami, un paradosso, ma riuscivano a capire l’italiano, i numerosi locali dove far colazione con una montagna di pancakes su Ocean Drive…ma la parte migliore di Miami Beach a parte i numerosi hotel di Ocean Drive è senza dubbio la spiaggia immensa e i grattacieli che sono a ridosso di questa…

1.3-miami-beach.jpg

Il monumento che nessuno si aspetterebbe di vedere in America è quello dedicato all’Olocausto: è di grande impatto vedere una mano che sbuca da un laghetto artificiale sulla quale sono presenti sculture di uomini magrissimi… entrare in questo luogo con ai lati scritti sul marmo i nomi dei defunti morti nei campi di concentramento. Qualche mese prima ero stata a Praga dove c’è il quartiere ebraico e l’impatto era stato completamente diverso.

1.4-olocausto.jpg

Le grandi scoperte del nostro viaggio sono state senza dubbio due grandi quartieri: il primo è Downtown con i suoi favolosi grattacieli, i corsi d’acqua tra questi, cammini a bocca aperta, riesci anche ad incontrare uno scoiattolo e a sorseggiare un ottimo espresso in un bar dove puoi bere qualsiasi tipo di caffè!

1.5-downtown.jpg

L’altra grande scoperta è stato il quartiere di  Winwood dove respiri arte, libertà e tanto colore! Capisci che lì il sogno americano esiste! Ci sono piazze dove trovi cibo da asporto, artigiani che con le loro mani creano degli oggetti fantastici, ma se pensi di aver visto tutto devi aspettare di arrivare ai Winwood Walls, arte pura! C’è attualità, tecnica e colore, mi sembra di essere ripetitiva, ma è proprio questo quello che mi ha colpito!

1.6-winwood.jpg

Se si va a Miami non si può non andare a visitare le Isole Keys! Purtroppo noi siamo andati a dicembre ’17 quindi molte spiagge erano chiuse e c’erano ancora molte macerie lungo la strada per arrivare a Key West, una cittadina che sembra ferma nel passato, ma dalla quale si può vedere il saluto al tramonto più bello che abbia mai visto! Camminando per la città puoi incontrare i famosi gatti di Hemingway a 6 dita, dei galli che girano liberi per le vie della cittadina, puoi attraversale il “Mile 0” e vedere la statua degli Innamorati, ma la parte più bella è attraversare il ponte che collega queste isole… veramente emozionante.

1.isole-keys.jpg

Spero di avervi fatto vivere un po’ delle emozioni che ho provato io e che vi sia venuta voglia di fare una valigia e partire! Per qualsiasi domanda non esitate a contattarmi a lacouverturerose@gmail.com

Vi abbraccio

Sara

Natale!!!!!

Dicembre è un mese fantastico per chi come me adora il Natale! Mi piace girare per i negozi e sentire quel profumo di abete, arancia e cannella, caldarroste,chiodi di garofano, zenzero….non riesco a descriverlo bene a parole, ma sono sicura che anche voi pensandoci avete capito di cosa parlo..insomma il profumo delle feste di Natale!

Io questo Natale lo passerò lontano dalla mia famiglia d’origine, insieme alla mia nuova famiglia, il mio fidanzato senza la mia cagnolina Terrina, al caldo, in viaggio: sarà un Natale diverso, fuori dagli schemi del cenone e del pranzo di natale interminabili, tanto cibo, ma ci sarà di sicuro tanto amore e tanto sole!!Almeno speriamo che Miami non ci deluda!

Contando che quindi bypasseremo questi schemi voglio vivere la preparazione del natale in maniera tradizionale..per la prima volta virtualmente con voi!

A me piace la casa addobbata con l’albero vero..verde..profumato..che perde gli aghi..non mi piace quello finto anche se è molto più comodo avere un albero uguale tutti gli anni che finite le feste  rimetti nella scatola che rimetti in cantina… adoro le luci di natale colorate..insomma mi piace la classicità di questo evento!! Però mi rendo conto che le case di oggi sono sempre più piccole e non tutti possono avere un grande albero in soggiorno! Penso che i nuovi alberi di natale in legno, molto nordici, o quelli fatti con i rami e la corda addobbati solo con le luci e le palle non troppo grandi, siano un valido compromesso!

alberi.jpg

Adoro i centrotavola con le candele profumate alla cannella e il profumo che emanano quando sono accese…penso che l’atmosfera del natale sia data principalmente dai profumi e dalle decorazioni che noi decidiamo di avere.. Non mi piace avere decorazioni discordanti tra loro, adoro il colore e mi piace riproporlo nei vari addobbi!

centrotavola.jpg

Mi piace lo stile scandinavo, proprio ieri mi sono recata all’Ikea per comprare delle cose natalizie, ho adorato la Serie Vinter2017, soprattutto l’illuminazione decorativa a LED a forma di albero di natale, l’albero di Natale alto 28 cm rosso, le candele colorate e profumate, ma penso che riguardo al natale noi italiani possiamo insegnare qualcosa agli altri..il calore che a volte a loro manca!

alberi 2.jpg

Quest’anno adoro le decorazioni della Maison du Monde, colorate ed eleganti allo stesso momento, veramente bellissime..ma i francesi in fatto di decorazioni e di design sono dei maestri.

decorazioni.jpg

Mi piace l’ordine, ma penso che l’eccessivo ordine, la perfezione in questa ricorrenza sia di troppo: il Natale è bello quando è allegro, colorato, profumato, quando ci sono gli amici, i bambini, la cucina profuma di arrosto e in quei momenti non può essere perfetta e ordinata..una casa va vissuta…va amata!!

 

Se vi è piaciuto commentate e per qualsiasi dubbio scrivetemi una mail all’indirizzo mail: lacouverturerose@gmail.com

Benvenuto Autunno!!!

È appena iniziato ottobre e sembra già così lontana l’estate…

E’ tornata l’incertezza su come vestirsi in autunno perché quando si esce di casa la mattina fa freddo, durante le ore centrali della giornata e il pomeriggio invece fa caldo e se usciamo la sera farà di nuovo freddo…so che state pensando quello che penso anche io: a me l’autunno non piace proprio perché non mi piace l’incertezza, la pioggia mi piace solo quando devo stare in casa mentre se devo uscire la odio 😦

Starete pensando: ma tutto questo discorso cosa c’entra con l’interior design?…C’entra perché la nostra casa cambia anche in base alle stagioni..i colori estivi lasciano spazio a quelli un po’ più delicati dell’autunno, c’è la comparsa delle copertine sul divano e sul letto, magari cambiamo i copricuscini…insomma “vestiamo la nostra casa” e la proteggiamo dal freddo che tra poco entrerà in casa nostra!

Il colore predominante che io uso in questo periodo è il grigio perché è uno dei colori che riesco ad abbinare facilmente ad altri colori che adoro come il rosa antico, il rosa pastello, il giallo ocra e l’azzurro..insomma mi piacciono i colori pastello: che ci devo fare!

colors!.jpg

 

Ho deciso di fare una selezione di immagini per darvi qualche spunto e stuzzicare l vostra voglia di fare shopping e di cambiare qualcosa nella vostra abitazione!

Gli ambienti che ho trattato sono stati  il soggiorno e la camera da letto perchè ho voluto dare importanza ai complementi di arredo cuscini e copertine e copriletto.

soggiorno.jpgcamera da letto.jpg

In particolare vedendo il nuovo catalogo IKEA 2018 e il sito della Maison Du Monde (naturalmente sono andata anche in negozio) ho fatto una selezione dei cuscini, coperte e copriletto che mi piacciono di più! Se andate sui loro siti li potete trovare subito!

cuscini maison du monde.jpg

plaid.jpg

La scelta non è stata dettata solo dalla loro textures, ma quello che per me è fondamentale quando scelgo dei tessuti è la sensazione che mi trasmettono al tatto.

Spero di avervi ispirato un pochino..

Se vi è piaciuto commentate e per qualsiasi dubbio scrivetemi una mail all’indirizzo mail: lacouverturerose@gmail.com

Un abbraccio

Sara

 

 

 

 

La cameretta nuova per una Principessa!

Oggi sono qui davanti al pc e ho appena finito la progettazione di una camera da letto di una bambina di 5 anni! Ho deciso di condividere con voi la parte finale del progetto, ossia i render finali che ho presentato al cliente per rendervi partecipi del mio ultimo lavoro!

Ho sempre sognato di poter progettare una cameretta dove poter far sognare una bambina…farla divertire…farla sorridere…insomma un luogo protetto dove farla crescere!

Quello che ho cercato di realizzare è un ambiente che evolve nel tempo poiché la bambina crescerà e non potrà avere la cameretta dei giochi per sempre… Il budget non è enorme quindi devo inventarmi qualcosa di bello, senza spendere troppo:

SFIDA ACCETTATA!

Per prima cosa ho studiato la disposizione dei mobili dividendo la zona degli armadi dalla zona giochi, grazie ad un angolo dove ho inserito un armadio a muro molto capiente e una cassettiera con ben 8 cassetti. Per dare l’idea di un ambiente separato ho creato un controsoffitto in cartongesso dove ho inserito dei faretti per illuminare al meglio l’area.

170831 4 ph

Il letto che ho deciso di inserire ha la struttura di una casetta, e nella parte superiore ho inserito delle luci che potrà tenere accese quando vorrà. A mio parere è una soluzione molto romantica per una bambina, funzionale e allo stesso tempo bella da vedere. Naturalmente quando la bambina crescerà la parte la struttura sopra il letto potrà essere rimossa e rimarrà solo la parte inferiore.

170831 9.3 ph

Oltre al letto la bambina avrà bisogno di una casa per le bambole (tutte noi da piccole abbiamo la abbiamo avuta e sognata), che ora userà per giocare… all’interno ci sarà tutto ciò che le serve per inventare storie meravigliose e passare del tempo lì, ma un domani con qualche cambiamento potrà diventare la libreria dove riporrà i libri della scuola e quelli che leggerà! Infatti basterà eliminare la parte del tetto e gli oggetti contenuti nella casetta e in un attimo sarà la libreria dei grandi.

170831 2 ph

In una stanza non può mancare una scrivania con la sedia Tripp Tropp che cresce insieme alla bambina modificano la seduta man mano che la bambina diventerà più alta, poi non possono mancare delle cassapanche dove riporre i giochi ora, e un domani le tante scarpe che avrà! Le mensole a forma di casetta inserite sopra la scrivania ricordano il concept e il letto della bambina e riprendono i colori del lampadario: ho voluto usare dei colori tenui per rendere l’ambiente caldo e non soffocante, il tappeto chiaro che contrastasse con il parquet, la carta da parati con le righe non precise e larghe per ingrandire l’ambiente e renderlo accogliente, i quadri che riprendessero i colori presenti nella camera, il legno presente in ogni arredo.

170831 1 ph

Gli ultimi elementi che ho inserito sono stati la cucina, realizzata su misura, con tutto l’occorrente per cucinare, e il tavolo con le sedie e il servizio da the perchè ho immaginato i suoi pomeriggi a giocare con le amichette e le sue risate!

Sono convinta che lei apprezzerà questa camera e che anche i genitori saranno felici come lei!

Se vi è piaciuto condividete, commentate e per qualsiasi domanda scrivetemi su : lacouverturerose@gmail.com

Sara